Angela Merkel in corsa per il quarto mandato da cancelliere

    Nov 21st, 2016
    550 Views
    file-20-11-16-16-57-18

    Il tasso di popolarità di Angela Merkel dal 2005 a oggi

    Angela Merkel ha ufficializzato ieri la propria ricandidatura alla carica di cancelliere tedesco per le elezioni del 2017. L’annuncio è arrivato in una conferenza stampa, ma era stato già previsto nei giorni scorsi, in seguito ad alcune dichiarazioni del suo portavoce. L’investitura ufficiale arriverà comunque tra due settimane, al congresso della CDU che si terrà a Essen il 6 dicembre. In quell’occasione, Merkel sarà riconfermata anche presidente del partito, carica che ricopre fin dall’aprile del 2000. È invece cancelliere tedesco dal novembre 2005: se dovesse vincere le prossime elezioni e restare al governo per i quattro anni successivi supererebbe anche Conrad Adenauer per il numero di anni trascorsi alla guida del governo (che nel caso di Adenauer comprendeva la sola Germania Ovest). Ed eguaglierebbe i sedici anni di governo di Helmut Kohl.

    Nonostante la crisi dei rifugiati e il periodo di tensione con gli alleati cristiano-democratici bavaresi della CSU, l’indice di popolarità di Merkel è ancora piuttosto alto, pari al 71%. Ma la decisione sulla sua ricandidatura è stata presa, come ha scritto la «Süddeutsche Zeitung», più per dovere che per piacere. In primo luogo, perché all’interno del suo partito non è ancora emersa una figura in grado di contenderle apertamente la leadership. Ma soprattutto perché, nel contesto internazionale seguito alla vittoria di Donald Trump negli Usa, e nel clima di incertezza sulle prossime elezioni presidenziali francesi, la sua figura incarna più di ogni altra la stabilità del sistema e delle relazioni euro-atlantiche.

    Le elezioni federali dell’autunno 2017 sono ancora lontane, e numerosi eventi potrebbero condizionarne l’esito: tensioni geopolitiche, una nuova crisi di rifugiati (soprattutto se si interrompessero le trattative con la Turchia), la tenuta dei conti di alcuni paesi europei. Ma non andrà sottovalutato il risultato del voto in tre elezioni regionali in programma la prossima primavera, a ridosso dell’inizio della campagna elettorale federale: il Saarland (dove si vota il 26 marzo) e in particolare il Nord Reno-Vestfalia e lo Schleswig-Holstein (entrambi al voto il 7 maggio). La CDU governa soltanto nel primo dei tre Stati (con una grande coalizione), e rispetto alle precedenti consultazioni dovrà frenare l’avanzata del partito di destra Alternativa per la Germania, che prevedibilmente farà il suo ingresso in tutti i tre Parlamenti regionali.

    @StefanoSavella

     

    Comments are closed.