Elezioni europee al Sud: i candidati della Lega

    Apr 30th, 2019
    515 Views

    In vista delle elezioni europee, molti elettori sono alla ricerca dei candidati a cui destinare le proprie preferenze. Nelle liste di ciascun partito si alternano candidati di punta, esponenti locali o veri e propri carneadi. Vediamo di chi si tratta, in riferimento alla circoscrizione dell’Italia meridionale, che comprende Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata e Calabria. Ecco chi sono i candidati della Lega.

    Anche al Sud il capolista è Matteo Salvini. Una candidatura puramente simbolica, destinata a raccogliere consenso personale (esattamente come ha sempre fatto Silvio Berlusconi) approfittando delle preferenze. Salvini, che sarà certamente il più votato della Lega, non andrà a Strasburgo (e non è una novità, considerate le sue frequenti assenze quando era eurodeputato), ma lascerà il posto in ogni circoscrizione al primo dei non eletti. A giocarsi questa lotteria saranno soprattutto alcuni personaggi che sono in politica da quando la Lega, al Sud, era letteralmente inesistente. Il 40enne leccese Andrea Caroppo, per esempio, dopo aver militato nell’UDC nei primi anni Duemila, fu eletto consigliere regionale nel 2010 con La Puglia prima di tutto, lista promossa dall’ex presidente della regione Raffaele Fitto. Nel 2014 è passato con il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano, poi l’anno dopo è stato rieletto consigliere regionale con Forza Italia, ed è infine approdato alla Lega. En plein.

    Un’altra pugliese, Antonella Lella, è stata candidata alle comunali di Bari nel 2014 con il Nuovo Centrodestra, senza essere eletta, prima di scoprirsi salviniana. L’aquilana Elisabetta De Blasis, eletta consigliera comunale con Forza Italia nel 2017, è passata alla Lega meno di un anno fa e viene già premiata con la candidatura alle europee. Antonio Luigi Petroni, molisano di Venafro, è stato assessore comunale di Alleanza Nazionale già una quindicina di anni fa. Lucia Vuolo, di Pagani (Salerno), è stata per anni segretaria personale di Edmondo Cirielli, parlamentare di Alleanza Nazionale e Fratelli d’Italia noto per aver firmato una delle leggi ad personam del governo berlusconiano. E proviene da Alleanza Nazionale anche la calabrese Emma Staine, candidata in quota Movimento nazionale per la Sovranità fondato dall’ex governatore Giuseppe Scopelliti.

    Ma gli esponenti della cosiddetta società civile candidati con la Lega non sono certamente senza macchia. Su tutti, Valentino Grant, ex presidente di una piccola banca di Casagiove, nel Casertano, poi catapultato da Salvini, dopo il suo ingresso al governo, nel cda della Cassa Depositi e Prestiti. «L’Espresso» ha già dedicato un articolo all’improvvisa ascesa di Grant dopo aver stretto rapporti con la Lega in provincia di Caserta. C’è poi Massimo Casanova, imprenditore molto vicino a Salvini, che punta a fare il pieno di voti nel Foggiano. Casanova è finito di recente in un’inchiesta della Procura di Foggia per abusi edilizi nella sua tenuta di Lesina.

    Ad essere promosso con la candidatura alle europee è stato anche Giancarlo Cerrelli, già noto alle cronache per il vergognoso manifesto anti-femminista pubblicato dalla sezione della Lega a Crotone, di cui Cerrelli è segretario.

    L’alleanza con Marine Le Pen viene sancita invece con la candidatura di Vincenzo Sofo, animatore del blog sovranista e anti-islamico «Il Talebano», ma soprattutto fidanzato di Marion Maréchal Le Pen, nipote della leader nazionalista francese e trait d’union tra Steve Bannon e i sovranisti europei.

    Completano la lista della Lega il rettore dell’università di Salerno, Aurelio Tommasetti (che per slogan sceglie “Prima il Mezzogiorno”, mentre Zaia dal Veneto minaccia la caduta del governo se non verrà approvata la legge sull’autonomia che penalizza il Sud), e alcune esponenti locali, con scarse possibilità di elezione. Secondo i sondaggi, la Lega potrebbe eleggere, al Sud 4 eurodeputati. L’unico ad aver collezionato qualche migliaio di preferenze, nelle precedenti competizioni elettorali, è stato il pugliese Andrea Caroppo. Per tutti gli altri la sfida è assai incerta, e conteranno molto le alleanze che ognuno di loro stringerà con i ras locali del partito.

    Comments are closed.