PSOE, ieri l’ultimo dibattito prima della consultazione

Lug 8th, 2014
578 Views

Si è svolto ieri il dibattito tra i candidati alla segreteria del partito socialista spagnolo (PSOE) in vista del voto di domenica al quale saranno chiamati tutti i 200.000 iscritti al partito. Durato poco meno di due ore e moderato dalla giornalista Carmen del Riego, vi si sono fronteggiati Eduardo MadinaPedro Sánchez e José Antonio Pérez Tapias (nella foto). Saranno i primi due, comunque, a contendersi la vittoria che potrebbe del resto non essere sufficiente per ottenere la candidatura alla premiership per le elezioni generali del 2015. Anche il favorito Sánchez ha infatti affermato nel corso del dibattito che convocherà a novembre elezioni primarie aperte anche ai non iscritti, sul modello italiano, per il candidato premier, come già aveva assicurato Madina nelle settimane scorse, facendone uno dei punti di forza della sua campagna per la segreteria.

I temi principali dell’incontro sono stati quelli di politica interna. Anzitutto, la questione della Catalogna, sempre più incline a spinte autonomiste. Su questo punto, Sánchez e Madina hanno esposto un programma per molti versi simile, ipotizzando una riforma costituzionale che cambi l’attuale modello regionale e conceda alla Catalogna maggiori competenze ma comunque all’interno del territorio nazionale, sempre che la riforma sia approvata con un referendum da parte di tutti gli spagnoli. Soltanto Tapias, il candidato dell’ala sinistra del partito, ha ipotizzato, come prima misura, un referendum consultivo tra la sola popolazione catalana sull’autonomia della regione.

Anche sul dibattito tra monarchia e repubblica, i due candidati favoriti hanno espresso una posizione interlocutoria: pur dichiarandosi repubblicani, hanno affermato di voler rispettare il patto costituzionale che portò all’accettazione della monarchia. Coincidenza di vedute c’è anche sull’intenzione di apportare modifiche alla riforma del mercato del lavoro approvata dal governo Rajoy, mentre per quanto riguarda i temi etici Sánchez ha proposto una nuova legge sul fine vita.

Gli ultimi sondaggi tra gli iscritti del PSOE mostrano un quadro più incerto di quanto potesse apparire alla vigilia. Secondo El Mundo,  Sánchez resta in vantaggio rispetto a Madina, con il 30,8% contro il 27%, mentre Tapias sarebbe staccato all’8,3% (non viene conteggiato in queste percentuali il 33,9% degli intervistati ancora indeciso). Sempre in questo sondaggio, appare schiacciante la maggioranza di iscritti che chiede primarie aperte per la premiership: ben l’84,3% è favorevole a questa procedura. Un risultato diverso, e più sorprendente, è invece quello pubblicato dall’istituto demoscopico Metroscopia, secondo cui sarebbe il basco Madina in testa con il 40%, davanti a Sánchez con il 37% e a Tapias con il 18%.

Comments are closed.