La sinistra guida le elezioni francesi, mentre l’estrema destra non riesce a ottenere la maggioranza Notizia

|

Oggi, domenica, l’Alleanza della Sinistra ha vinto il secondo turno delle elezioni legislative in Francia, secondo i risultati preliminari che prevedevano di ottenere tra 172 e 215 seggi al Parlamento francese.

I risultati hanno mostrato anche che la coalizione centrista “Insieme per la Repubblica”, sostenuta dal presidente Emmanuel Macron, è arrivata al secondo posto e si prevede che otterrà tra 150 e 180 seggi.

La coalizione di estrema destra, invece, non è riuscita a ottenere la maggioranza, come avevano previsto alcuni sondaggi d’opinione, poiché si prevedeva che avrebbe ottenuto tra 115 e 155 seggi.

Secondo questi risultati nessuno dei tre blocchi riuscirà ad ottenere la maggioranza assoluta in Parlamento.

Risposte e dimissioni

Nel suo primo commento sui risultati preliminari, la presidenza francese ha affermato che il presidente Macron sta attualmente analizzando gli ultimi risultati elettorali e “rispetterà la scelta del popolo francese come garante delle nostre istituzioni”.

Ha aggiunto: “Il presidente, in linea con la tradizione, aspetterà il quadro completo del Parlamento prima di prendere le prossime decisioni necessarie”.

Circoli vicini a Macron hanno anche riferito di aver invitato “cautela” nell’analizzare i risultati elettorali, considerando che il blocco centrista è ancora molto “vivo” dopo i suoi sette anni al potere.

Anche il primo ministro francese Gabriel Attal ha annunciato – nel corso di una conferenza stampa – che presenterà domani mattina le sue dimissioni al presidente della Repubblica.

E aggiunge: “I risultati di oggi dimostrano che gli estremisti non possono formare una maggioranza schiacciante. L’estrema sinistra ha ottenuto risultati storici e a tutti i francesi dico che rispetto la vostra scelta”, invitando tutti a lavorare “per costruire un nuovo sistema politico”. “

READ  30 migliori Tubo Galleggiante Piscina da acquistare secondo gli esperti

Anche il leader della sinistra radicale francese, Jean-Luc Mélenchon, ritiene che il primo ministro francese dovrebbe “andarsene” e che il “Nuovo Fronte Popolare” che guida le elezioni – a cui appartiene il suo partito – dovrebbe “governare”.

D’altro canto, il capo del partito di destra Rassemblement National, Jordan Bardella, ha dichiarato: “I consensi elettorali hanno posto la Francia nella morsa dell’estrema sinistra… e l’alleanza della vergogna ha privato i francesi della necessaria politica di riabilitazione”. .”

Ha aggiunto: “Rimarremo pronti ad assumerci la responsabilità politica e vogliamo il potere di guidare il Paese verso la rinascita”, sottolineando che il presidente Macron “ha deciso di paralizzare le nostre istituzioni e intensificheremo il nostro lavoro nell’opposizione”.

Alto coinvolgimento

Il Ministero degli Interni francese ha dichiarato in precedenza che il tasso di partecipazione al secondo turno elettorale ha raggiunto alle 17 di sera, ora locale, il 59,71% (+2 secondo GMT), la percentuale più alta di tutte le elezioni precedenti. dal 1981.

I sondaggi d’opinione pubblicati dai media francesi stimano che il tasso di partecipazione finale sarebbe stato leggermente superiore al 67% alla chiusura dei seggi alle 18, ora locale. Le votazioni nelle principali città potranno continuare per un’altra o due ore al massimo.

Dopo la fine del voto, il presidente francese Emmanuel Macron dovrebbe incontrare il suo primo ministro Gabriel Attal per seguire i risultati. Fonti di stampa vicine al presidente francese riferiscono che egli potrebbe tenere un discorso subito dopo la proclamazione dei risultati.

READ  Perché sulla tastiera di un computer ci sono solo trattini su F e J?

Distribuzione della sicurezza

Da parte sua, il ministro degli Interni francese Gerald Darmanin ha dichiarato – l’altro ieri, venerdì, alla rete locale BFMTV – che “30.000 agenti di polizia e di gendarmeria saranno schierati, di cui 5.000 a Parigi, questa domenica sera”.

Le autorità si aspettano tensioni e violenze nella capitale, così come in altre città come Lione, Nantes e Rennes, dove sono presenti gruppi di estrema destra ed estrema sinistra. La rete ha riferito che i negozi di Parigi hanno coperto le vetrine con barriere per evitare danni.

Fin dalle prime ore del mattino di oggi, circa 49,5 milioni di elettori francesi si sono recati alle urne per determinare i 501 rappresentanti che li rappresenteranno in Parlamento per un periodo di 5 anni, oltre ai 76 rappresentanti eletti al primo turno.

In questo secondo turno competono 1.094 candidati e i partiti o le alleanze devono raggiungere i 289 rappresentanti per ottenere la maggioranza assoluta nel parlamento da 577 seggi.

Adesivo di YouTube

Scioglimento del Parlamento

Queste elezioni sono arrivate dopo che Macron aveva annunciato il 9 giugno lo scioglimento del Parlamento e l’appello al voto anticipato, dopo che il Partito del Rally Nazionale aveva ottenuto più del 31% dei voti alle elezioni del Parlamento europeo, sconfiggendo il Blocco di Centro del presidente.

Il Partito del Raduno Nazionale ha ottenuto da solo il 29,5% dei voti nel primo turno svoltosi il 30 giugno, una percentuale che sale a oltre il 33% quando si unisce ai suoi alleati, secondo i risultati ufficiali delle elezioni.

Il partito da solo ha ricevuto più di 9,37 milioni di voti, ottenendo 37 seggi in Parlamento. Mentre l’Alleanza della Sinistra ha ottenuto il 27,99% (più di 8,9 milioni di voti), classificandosi seconda con 32 seggi.

READ  30 migliori Tosatore Per Cani da acquistare secondo gli esperti

La coalizione centrista “Insieme per la Repubblica”, sostenuta da Macron, si è classificata terza, conquistando poco più del 20% (più di 6,4 milioni di voti), ottenendo solo due seggi.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply