Amit Yosovich, insegnante presso Kiryat Hahchanon Amirim e Makev A a Rishon LeZion, ha vinto il premio Outstanding Physics Teacher Award 2018

Pasto per i sopravvissuti all'Olocausto, restauro di case e centri, cure per malattie domestiche e una festa speciale in memoria delle vittime della Neva: il comune di Rishon LeZion celebrerà la Giornata delle buone azioni con una varietà di attività in tutta la città alla quale parteciperanno più di 100.000 parte.

Martedì prossimo (24 marzo 2019) si svolgerà la Giornata mondiale delle buone azioni e 105.742 volontari prenderanno parte a 323 diverse attività in tutta la città. L'azione in realtà è iniziata una settimana fa con speciali celebrazioni del Comune di Rishon LeZion in tutti i quartieri della città, che includevano mercatini di scambio e una speciale fiera della moda dell'usato. A ciò si aggiunge la mostra che raccoglie fondi per cesti alimentari per le famiglie bisognose per la Pasqua.

Lunedì (18.3) si terrà al mattino un forum speciale per i bambini del Kibbutz Nir con gli sfollati residenti in città; Nel pomeriggio – evento comunitario nella parte orientale della città in collaborazione con il Dipartimento della Gioventù e della Gioventù e il Dipartimento dell'Istruzione Secondaria.

Il giorno successivo, in occasione del Good Deed Day, il Dipartimento per l'inclusione sociale organizzerà un'attività musicale per gli anziani costretti a casa con gli apprendisti HELLA, mentre il Dipartimento per l'istruzione terrà un'attività speciale per le ragazze con bambini e anziani della scuola materna ed elementare. Circa 400 volontari provenienti da gruppi sociali di tutta la città parteciperanno con gli studenti della scuola di Weizhou alla preparazione di torte per i sopravvissuti all'Olocausto della città.

Più di 200 anziani e residenti di Ariri beneficeranno di trattamenti estetici che saranno forniti volontariamente da professionisti (libri/pedicure/manicuristi); Artigiani, volontari e madri provenienti da famiglie indipendenti verranno a rinnovare il Centro Shikam, che fornisce assistenza familiare completa, e presso il centro diurno di Beit Mittal ci sarà un'attività speciale guidata dai servizi per i residenti nell'amministrazione comunitaria e i rappresentanti del ” Gruppo Friends Plus” su Facebook, che verranno sul posto a rinnovare il giardino e a piantare fiori. Il Dipartimento per l'Integrazione Sociale ha inoltre costruito, con l'aiuto di volontari e società commerciali, circa 10 case per i sopravvissuti all'Olocausto e per gli anziani e saranno rifornite dai clienti del Dipartimento.

READ  30 migliori Acqua San Benedetto da acquistare secondo gli esperti

I sopravvissuti all'Olocausto e i residenti della città potranno gustare un pasto speciale con gli studenti del College of Management. L'evento, guidato dall'ala giovanile, si terrà presso i ristoranti Roach e Gillies, che hanno donato i pasti. Inoltre, i ragazzi distribuiranno pacchi ai bambini con bisogni speciali e palloncini sorridenti in tutta la città per incoraggiare e sollevare l'umore.

Una settimana dopo (martedì 26 marzo) si terrà una festa di Purim per i pazienti in cura nel reparto pediatrico dell'ospedale Shamir (Assaf Harofeh). Il gruppo di lavoro a maglia urbano ha donato una bambola di recupero ai bambini dell'ospedale per aiutarli a spiegare la loro condizione ai medici.

Il momento clou avrà luogo all'inizio di aprile con un gala speciale – “Dancing for Life” – in memoria dell'assassinato Nova Party. Alla cerimonia, condotta da DJ Skazy, residente in città, parteciperanno le famiglie dei morti e gli studenti delle scuole di tutta la città.

Il sindaco Raz Kinstlich:

“La Giornata delle buone azioni si tiene a Rishon Lezion durante tutto l'anno, poiché i residenti della città sono noti per il loro spirito di donazione, lavoro sociale e volontariato per la comunità. Nei giorni normali, Rishon Lezion è considerata la città più orientata al volontariato in Israele Conta circa 10.000 volontari e, dallo scoppio della guerra, se ne sono aggiunti altri al sistema di volontariato comunale. Circa 3.000 volontari. Un numero così elevato di volontari dimostra la resilienza e il legame reciproco della città. “Ispira e mostra quale grande popolazione ci sia qui a Rishon Lezion.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply