L’intelligence russa accusa la NATO di pianificare un attacco nucleare nel mezzo della guerra ucraina

  1. Home page
  2. Politica

Insiste

Il capo dell’intelligence russa ha accusato la NATO di pianificare un attacco nucleare contro la Russia. L’esercito di Mosca ora pratica l’uso di armi nucleari tattiche.

MOSCA – Dopo che il Ministero della Difesa russo ha annunciato esercitazioni nucleari, la Russia sta ora ribaltando la situazione. Vladimir Kuleshov, un funzionario dell’intelligence russa, ha accusato la NATO di preparare un attacco nucleare sul fianco orientale.

All’agenzia di stampa russa RIA Novosti Il generale ha spiegato che “le attività di intelligence della Nato vicino al confine russo stanno aumentando” e che “l’intensità dell’addestramento operativo e di combattimento delle forze alleate” è in aumento. Considerata la situazione di tensione nella guerra in Ucraina e le continue minacce del Cremlino all’Occidente, ciò potrebbe non sembrare sorprendente. Ma per Kuleshov la reazione dell’Occidente alle provocazioni russe si trasforma in mera propaganda.

Il missile nucleare Yars vola davanti alla parata militare russa. © Alexander Felv/Imago

Esercitazioni nucleari russe come risposta alla provocazione occidentale – Guerra in Ucraina come strumento di propaganda

Il funzionario dell’intelligence continua: “Si stanno elaborando scenari per effettuare un’aggressione contro la Federazione Russa, compresi attacchi nucleari contro le nostre terre, e il Ministero della Difesa russo ha annunciato, all’inizio di maggio, che si addestrerà all’uso di armi nucleari tattiche. armi per questo motivo”. La decisione è stata giustificata anche da dichiarazioni provocatorie e da “minacce da parte di Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti nei confronti della Federazione Russa”. Anche se Vladimir Putin sta sperimentando l’uso delle armi nucleari, Mosca ora accusa la NATO.

Mosca cerca da tempo di utilizzare la guerra in Ucraina come strumento di propaganda contro l’Occidente. Il Cremlino descrive ripetutamente la guerra in Ucraina come una battaglia per procura tra NATO e Russia e cita l’aiuto militare che i paesi della NATO forniscono a Kiev, nonché l’adesione di Svezia e Finlandia alla NATO.

READ  Chiamo questa insalata "Fulmine" perché può essere preparata con gli ingredienti più semplici in soli 5 minuti

Le provocazioni di Mosca alla NATO – Il presidente della NATO Stoltenberg chiede una riduzione della tensione

Prendendo in giro l’Occidente, Mosca sembra voler provocare sempre di più la NATO. Oltre alle manovre nucleari, il Cremlino ha recentemente pubblicato un documento che chiede un riesame dei confini della Russia nel Mar Baltico. Un’altra provocazione contro i paesi della NATO Finlandia e Lituania, ad es Newsweek Segnalato di recente. Il documento è stato ritirato dopo un’ondata di rabbia. Putin ha negato qualsiasi ambizione di espandere le acque territoriali russe nel Mar Baltico.

Tuttavia, il dibattito sulle forze di terra della NATO in Ucraina sembra essere stato alimentato dalle ripetute provocazioni russe. Il Ministro degli Esteri polacco ha dichiarato martedì (28 maggio) che non vuole escludere l’uso delle forze di terra nella guerra in Ucraina. Nel frattempo, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha cercato di calmare gli animi e ha chiesto una riduzione della tensione: “L’altro compito è (NATO, ndr) L’obiettivo è evitare che questa guerra si estenda oltre l’Ucraina e si trasformi in un vero conflitto tra NATO e Russia. (Signore)

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply