L'Italia ha criticato il trattamento “sgradevole” dello Stadio Principato

Il capitano dell'Italia Michele Lamaro ha detto che la sua squadra si è sentita mancata di rispetto da parte del Galles durante la partita La partita dello scorso fine settimana a Cardiff.

Raccontare La Gazzetta dello Sport lunedì che si erano verificate “molte piccole e spiacevoli situazioni sconvenienti per la nazione ospitante” durante il soggiorno degli ospiti in Galles.

L'esterno azzurri ha rivelato che il riscaldamento pre-partita della sua squadra era terminato, ritenendo che al Galles fosse stato concesso più tempo per prepararsi, aggiungendo che ai membri della famiglia erano stati assegnati posti nell'angolo del campo con visibilità ridotta e non potevano partecipare. la funzione post-partita.

Riferendosi alla preparazione della partita di sabato, che l'Italia ha vinto comodamente 24-21 nonostante il Galles avesse segnato due mete nel finale, Lamaro ha sottolineato come la sua squadra sia stata sconfitta dal Galles nel pre-campionato nonostante gli italiani abbiano battuto la Scozia a Roma nel turno precedente. Una settimana fa, ha rivelato che a lui e ai suoi compagni di squadra è stato chiesto di finire di riscaldarsi prima della squadra di casa prima del calcio d'inizio.

“Durante la settimana ci bombardavano di 'Sono bravi, ma non sbagliate: a Cardiff non ci muoviamo' – ha detto Lamaro – Poi durante il riscaldamento ci hanno detto che dovevamo tornare nello spogliatoio 15 minuti prima dell'inno nazionale, prima del previsto.” Addio. Abbiamo obbedito. Solo per vedere il gallese in campo almeno cinque minuti in più di noi.

READ  30 migliori Sigaretta Elettronica Batteria da acquistare secondo gli esperti

Il capitano ha poi spiegato che ai familiari presenti alla partita di Cardiff erano stati dati i biglietti dalla Welsh Rugby Union negli angoli del campo e all'altezza del campo, limitando la loro visione della prestazione dell'Italia. Inoltre, secondo Lamarro, non era loro consentito partecipare ai festeggiamenti successivi, spesso definiti come la “terza metà”.

“I biglietti erano riservati ai compagni d'angolo: Martina, la mia fidanzata, è finita all'altezza del campo e ha visto poco e niente. Nel terzo tempo non è ammesso nessuno, a differenza di quanto accade di solito”.

Riflettendo su quei momenti, Lamaro ha suggerito che la sua giovane squadra avrebbe utilizzato il trattamento ricevuto a Cardiff come motivazione.

“Come dicevo: le piccole cose. Basti pensare che anche da questo punto di vista la strada da fare è ancora tanta”.

L'Italia ha impressionato con la vittoria a Cardiff, trionfando al Principality Stadium per la seconda volta in due anni e mettendo a segno una rete straordinaria completata dal terzino Lorenzo Bani.

Nonostante siano finiti quinti in classifica, hanno anche disputato il loro miglior Campionato per Nazioni di sempre, perdendo solo due delle cinque partite con vittorie su Scozia e Galles e pareggiando anche con la Francia.

Telegraph Sport ha contattato la WRU per un commento.

Allarga i tuoi orizzonti con il pluripremiato giornalismo britannico. Prova The Telegraph gratuitamente per 3 mesi con accesso illimitato al nostro pluripremiato sito Web, app esclusiva, offerte di risparmio e altro ancora.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply