Una finta suora detenuta nella prigione femminile di Hydebank è accusata di aver commesso acrobazie nel centro di Belfast

Diritto stradale |

Il suo aspetto ha attenuato le preoccupazioni sulla sua sicurezza, con molti dei suoi follower su TikTok e Instagram che esprimono preoccupazione per il fatto che non si vede da un po' di tempo.

Rachel Mulcahy

Una finta suora a cui è stato vietato da un tribunale di frequentare le funzioni in un convento di Belfast è stata rinchiusa nella prigione femminile di Hydebank.

Rachel Mulcahy è accusata di due capi d'accusa di ostruzione al traffico in un luogo pubblico giacendo sulla strada tra Glengall Street e Chichester Street nel febbraio di quest'anno.

Il caso del quarantacinquenne è stato menzionato brevemente la settimana scorsa presso la pretura di Laganside. Mulcahy – che ha lasciato la Chiesa cattolica dopo l'ordine di divieto e si è reintrodotta come attivista religiosa Anna Christian – è apparsa tramite collegamento video da Hydebank.

L'apparizione ha alleviato le preoccupazioni sulla sua sicurezza, con molti dei suoi follower su TikTok e Instagram che esprimono preoccupazione per il fatto che non si vede da un po' di tempo.

Prima del suo arresto, Mulcahy è stata recentemente ripresa mentre stava sul ciglio della strada nella zona est di Belfast mentre cantava canzoni religiose e sventolava un'enorme bandiera israeliana. Ha migliaia di follower sui social media e pubblica regolarmente video delle sue acrobazie che includono la chiusura delle strade.

Nel maggio 2022, è stata bandita per quattro anni dall'Abbazia di Clonard, nella parte occidentale di Belfast, per aver interrotto i servizi mentre fingeva di essere una suora.

Il giudice ha accolto la richiesta di padre Peter Burns a causa dell '”entusiasmo e dell'entusiasmo” di Mulcahy quando è apparsa casualmente durante le funzioni.

READ  iQOO Z9x con doppia fotocamera è stato lanciato in India

Successivamente ha detto a Sunday Life che “non poteva avere nulla a che fare con il cattolicesimo romano” dopo il divieto.

“Non posso sostenere un’organizzazione che mente e abusa degli uomini, delle donne e dei bambini che varcano le sue porte”, ha detto. Non posso sostenere un'organizzazione che sfida continuamente la Parola di Dio nei Suoi libri sacri, la Bibbia.

“Pertanto mi dimetto completamente e completamente dal cattolicesimo romano e ora guardo alla Bibbia e solo alla Bibbia”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply