È emerso uno spazio per gli sfollati, dove c’è uno psichiatra e altro ancora

Gli sfollati a Kharkov possono ora ricevere assistenza psicologica e legale gratuita in un unico luogo. È stato aperto il primo spazio di adattamento “Svoy”. Una serie di servizi sono disponibili per gli sfollati e le vittime della guerra. Quali esattamente – guarda la storia di MG “Lens”.

Il primo spazio di adattamento per sfollati e vittime della guerra è apparso a Kharkov. Qui le persone possono ottenere una serie di servizi gratuitamente secondo il principio dello “sportello unico”. Ad esempio, Valentina Grigorova, un’immigrata di Volchansk, è venuta a consultarsi sull’assistenza finanziaria.

Valentina Grigorova, migrante da Volchanska

Soddisfatto, c’è qualcosa in cui sei diretto. Assistenza psicologica e assistenza legale. Non l’ho ancora usato. Ci stiamo adattando adesso e non so cosa succederà dopo. È molto difficile sopportare tutto questo se non c’è nessun posto dove tornare. Per tutto il secolo abbiamo guadagnato e guadagnato soldi, e ora non c’è nessun posto dove tornare indietro.

Anche se il posto è aperto solo da pochi giorni, i residenti cercano attivamente aiuto, nota la psicologa Natalia Snegireva. Dice: La maggior parte delle persone arriva con esperienze emotive complesse e si pone la domanda: “Come uscire da questa situazione?”

Natalia Snegireva, psicologa

Hai sicuramente bisogno di creare un posto confortevole in cui stare, un posto sicuro. Ovunque siamo, questo è il nostro stato interiore, un bisogno interiore. Crea comfort domestico, stabilisci contatti con gli altri e assicurati di conoscerli.

Se hai bisogno di rinfrescarti il ​​​​più rapidamente possibile, la donna consiglia uno speciale esercizio “a farfalla”. Per fare questo, chiudi gli occhi, incroci le braccia sul petto e le metti sulle clavicole e ti picchietti dolcemente.

READ  30 migliori Lamp Berger Ricariche da acquistare secondo gli esperti

Natalia Snegireva, psicologa

Solo in questo caso potremo continuare ad andare avanti e trovare risorse.

05

Secondo il sindaco di Kharkov Igor Terekhov, nella città vivono ufficialmente circa 200.000 sfollati. Lo spazio è stato chiamato “Privato” in modo che le persone si sentissero come se appartenessero a Kharkov.

Igor Terekhov, sindaco di Kharkov

Stiamo facendo del nostro meglio affinché le persone si adattino il più rapidamente possibile a una vita un po’ normale.

Oltre all’aiuto psicologico, le persone possono ottenere assistenza legale gratuita e registrarsi per ricevere pagamenti dall’agenzia delle Nazioni Unite. Il centro fornirà anche consulenza in materia di occupazione. Inoltre, i visitatori hanno accesso ai servizi amministrativi, sociali e legali del Comune.

04

Dmitry Davidyants, direttore dell’ufficio penitenziario di Kharkov

Oggi abbiamo tenuto una tavola rotonda con organizzazioni pubbliche e fondi internazionali, perché gli attori che lavorano in città sono tanti e per noi è molto importante che questi aiuti siano coordinati.

03

Davidiants ha notato che lo spazio “privato” è nel seminterrato, quindi è sicuro durante i raid aerei. Potete trovare l’ufficio all’indirizzo: Serpovaya Street, 4b. È aperto dal lunedì al giovedì dalle 09:00 alle 18:00 e il venerdì dalle 09:00 alle 17:00. Non è necessario pre-registrarsi.

Va notato che anche sessioni di formazione, consultazioni di gruppo e seminari si terranno in una stanza designata nello spazio di adattamento per sostenere la partecipazione degli sfollati interni nella loro nuova comunità e aiutarli ad acquisire nuove connessioni. Inoltre, hanno in programma di installare una rampa presso l’ufficio Svoy per renderlo accessibile alle persone con disabilità.

La Rappresentante dell’UNHCR in Ucraina, Caroline Lindholm Billing, ha osservato che la creazione di tale spazio è un passo importante per sostenere le persone che sono fuggite dalle loro case a causa dell’invasione su larga scala e che soffrono a causa dei bombardamenti e degli attacchi nemici. Caroline Lindholm Billing ha sottolineato che lo spazio “speciale” è il risultato degli sforzi congiunti della città e delle organizzazioni internazionali, nazionali e locali.

READ  30 migliori Cavalletto Alzamoto Cross da acquistare secondo gli esperti

Ricordiamo che il 23 aprile il sindaco di Kharkov Igor Terekhov ha riferito che, secondo le statistiche ufficiali, nella città vivono 1,3 milioni di persone, di cui 200.000 sono sfollati interni. Per lo più i residenti delle aree liberate della regione di Kharkiv, così come le persone delle regioni di Donetsk, Luhansk, Sumy, Zaporozhye e Kherson si sono trasferite nel centro regionale. Inoltre, sono ancora in corso le evacuazioni dalle comunità di confine nella regione di Kharkov.

Il 18 aprile, la vicepresidente della KhOVA, Vita Kovalskaya, ha riferito che la regione di Kharkiv rimane tra le prime nel numero di sfollati interni in Ucraina. In totale, nella regione si contano circa 528.000 sfollati. In particolare, 361 famiglie numerose, circa 134mila pensionati, più di 26mila persone con disabilità e più di 97mila bambini. L’OVA di Kharkiv ha osservato che stanno lavorando per espandere i programmi regionali per sostenere gli sfollati interni, in particolare, per trasferire la proprietà degli alloggi collettivi temporanei.

“Grazie al sostegno dei partner internazionali, stiamo fornendo agli sfollati assistenza umanitaria e in denaro. Sono stati ora forniti alloggi temporanei a 5.846 sfollati. Una priorità assoluta è svolgere lavori di ripristino in aree densamente popolate per migliorare le condizioni dei residenti che sono stati costretti a lasciare le loro case. Aiutiamo le persone”, ha detto il vicepresidente della KhOVA. “Per integrarci nella società, in collaborazione con il servizio regionale per l’impiego, offriamo posti di lavoro o l’opportunità di ottenere una nuova professione”.

Questo materiale è stato prodotto con il sostegno della ONG “Institute for Mass Information” nell’ambito del progetto Internews International.

Leggi anche: Psicologo – “Morkvinka”: come un personaggio dei cartoni animati aiuta i bambini di Kharkov

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply