Ecco come appaiono la Terra e la Luna viste da Marte

CAbbiamo anche visto un’immagine come questa della Terra e della Luna. La Terra è stata fotografata da Marte in una strana immagine a circa 300 milioni di chilometri di distanza grazie a La navicella spaziale Mars Express, che orbita attorno al Pianeta Rosso da più di 20 anni (Perché è progettato per osservare la superficie e tutto ciò che accade intorno ad essa), a un certo punto si è voltato e ha catturato questi incredibili scatti della Terra e della Luna dal vicino e arido Marte.

Ecco come appaiono la Terra e la Luna viste da Marte (intrattenimento artistico)Metà viaggio/Sarah Romero

Non hanno grandi dettagli, ma hanno simbolismo

È una grande distanza, quindi, anche se possono sembrare punti e macchie bianche sfocate in queste immagini distribuite dall’Agenzia spaziale europea (ESA), in realtà è un’immagine insolita della Terra e della Luna da lì (ricordate che La distanza media tra la Terra e Marte è di 225 milioni di chilometri).

Per acquisire queste immagini della Terra e della Luna da Marte, è stata combinata la navicella spaziale Mars Telecamera stereo HD (HRSC) con uno speciale canale SRC, solitamente utilizzato per riprendere le stelle e le due lune di Marte: Phobos e Deimos. Grazie a ciò, abbiamo queste immagini che ancora una volta ci mettono in prospettiva quanto sia piccolo il nostro pianeta quando non lo è.

“In questi semplici scatti di Mars Express, la Terra Ha le dimensioni di una formica ed è visibile da una distanza di 100 metri. “E siamo tutti lì”, ha spiegato Jorge Hernandez Bernal, parte del team Mars Express. “Anche se abbiamo già visto immagini come questa, è ancora umiliante fermarsi a pensare: dobbiamo prenderci cura del puntino azzurro, è un Pianeta B inesistente.

Ciò che vediamo sono due punti biancastri sfocati, sì, ma comunqueQuesta potrebbe non essere la ripresa dallo spazio più emozionante di sempremostra la distanza tra la Terra e il Pianeta Rosso e un altro risultato di ciò che significa per la Terra posizionare i rover sopra e attorno al pianeta polveroso e rossastro che è Marte.

La foto è stata scattata nel 20° anniversario del lancio di Mars Express sul Pianeta Rosso, nel giugno 2023, e durante il periodo tra i tre scatti effettuati dalla sonda, la Luna è riuscita a percorrere quasi mezza orbita attorno alla Terra.

La sequenza in cui la Terra e la Luna sono viste da MarteMars Express/ESA

Pallido puntino blu

Impossibile non fare un paragone con la foto della Terra scattata dalla sonda spaziale Voyager 1 Il 14 febbraio 1990 Mostra anche un punto quasi impercettibile del nostro pianeta ad una distanza di 6.000 chilometri mentre la sonda si allontanava da Saturno. Un’immagine iconica che ha ispirato il famoso scienziato Carl Sagan a creare uno dei testi autobiografici più memorabili che ha cambiato la nostra prospettiva sul pianeta Terra: “Un punto azzurro pallido.” Ci ha portato a pensare alla fragilità della Terra e alla responsabilità dell’umanità di prendersi cura dell’unico pianeta che sappiamo ancora con certezza ospita la vita.

Pallido puntino bluNASA

La vita guarda a Marte

La navicella spaziale Mars Express è decollata dal complesso di lancio russo di Baikonur in Kazakistan il 2 giugno 2003. Questo è stato il primo progetto di esplorazione planetaria dell’ESA. Rappresenta una pietra miliare importante per la scienza spaziale europea. La missione mira a studiare la superficie e il sottosuolo di Marte, la sua atmosfera e il clima, nonché a cercare segni di vita passata o presente. Per fare ciò, trasporta una serie di strumenti scientifici progettati per raggiungere questi obiettivi, compresi quelli di alta qualità. telecamere ad alta risoluzione, spettrometri e sistemi radar. Tra le altre cose, una delle scoperte più importanti di Mars Express è stata Rilevamento del ghiaccio d’acqua ai poli del Pianeta Rosso e identificazione dei minerali dell’acqua su tutta la superficie. Queste scoperte suggeriscono che Marte un tempo aveva un ambiente più umido e più abitabile. Ha inoltre scoperto tracce di gas metano nell’atmosfera marziana. È una scoperta interessante perché potrebbe essere prodotta da processi geologici e biologici, aumentando la possibilità di vita microbica su Marte.

“Non c’è alcun valore scientifico in queste immagini, ma poiché le condizioni ci hanno permesso di puntare l’HRSC verso la Terra e poco dopo il VMC su Marte, abbiamo colto l’occasione per creare la nostra immagine del ritorno a casa di questo straordinario risultato della missione Mars Express”. ha concluso Daniela Tersch, membro del team Mars Express del Centro aeronautico e spaziale tedesco.

La foto è del 2003Agenzia spaziale europea

Riferimenti:

  • La Terra e la Luna viste da Marte. ESA / Scienza ed esplorazione / Scienza spaziale / Comunicato stampa Mars Express 2023
  • Kalitiuk, L. (2019). Collegamenti coesi in “Pale Blue Dot” di Carl Sagan. Studi filologici. https://doi.org/10.28925/2311-2425.2019.13.7. Schmidt, R. (2003). Mars Express: la prima missione dell’ESA su Marte. Acta Astronautica, 52, 197-202. https://doi.org/10.1016/S0094-5765(02)00157-1.
  • Titov, D., Bibbering, J., Kardessen, A., Duxbury, T., Forget, F., Giurana, M., González-Galindo, F., Holmström, M., Gauman, R., Matanen, A ., Martin., P., Montmesin, F., Orosi, R., Patzold, M., e Plaut, J. (2019). Punti salienti scientifici e piani futuri di Mars Express. . https://doi.org/10.5194/EPSC2020-720.
READ  30 migliori Gazebo Pieghevole 3X3 da acquistare secondo gli esperti

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply