Il Napoli vince lo scudetto per la prima volta in 33 anni notizie di calcio

L'1-1 contro l'Udinese ha regalato al Napoli il punto necessario per vincere lo scudetto per la prima volta dal 1990.

Il Napoli ha finalmente posto fine alla sua lunga attesa per vincere il campionato italiano, unendosi nei libri di storia all'icona del club Diego Maradona, diventando campione d'Italia con cinque partite rimanenti, eguagliando il record.

Il pareggio per 1-1 contro l'Udinese ospitante giovedì ha dato al Napoli il punto di cui aveva bisogno per porre fine a un'attesa durata 33 anni, portando a festeggiamenti rumorosi tra migliaia di tifosi a Udine, allo Stadio Maradona di Napoli e in tutta la più grande città del sud Italia.

I tifosi sono accorsi in campo alla Dacia Arena per festeggiare dopo una stagione dominata dalla squadra di Luciano Spalletti, creando momenti di tensione con i tifosi di casa scontenti di così aperti festeggiamenti in casa.

Victor Osimhen ha segnato il gol decisivo nel secondo tempo, e le attuali stelle del Napoli sono rimontate con il gol di Sandy Lovric nel primo tempo ed emulano le squadre guidate da Maradona che vinsero il campionato nel 1987 e nel 1990.

Il capitano Giovanni Di Lorenzo ha detto: “Rispetto a lui, essere il leader dopo Maradona per risollevare il campionato italiano, non ho parole”. “Questo non è il mio titolo, appartiene a ogni giocatore e alle persone che hanno lavorato per realizzare il nostro sogno”.

Spalletti e la sua squadra riceveranno un'accoglienza emozionante al loro ritorno a Napoli, con festeggiamenti che continueranno in tutta la città almeno fino alla prossima partita in casa contro la Fiorentina domenica sera.

I tifosi del Napoli festeggiano la vittoria del campionato italiano [Guglielmo Mangiapane/Reuters]

“Vedere felici i napoletani basta per dare il senso della gioia che provano”, ha detto Spalletti a DAZN, sull’orlo delle lacrime.

READ  30 migliori Poltrona Elettrica Alzapersona Reclinabile da acquistare secondo gli esperti

“Queste persone non vedono l'ora che arrivi questo momento in cui la vita diventa dura. Hanno tutto il diritto di festeggiare in questo modo. Ti senti più a tuo agio sapendo di aver dato loro questo momento di felicità. “

Era giusto che Osimhen fosse l'uomo che guidava il Napoli verso la linea di porta, dato che l'attaccante nigeriano ha disputato la migliore stagione della sua carriera ed è stato fondamentale per lo storico viaggio del Napoli verso la gloria.

Il gol della vittoria del titolo di Osimhen è stato il suo 22esimo gol in 28 partite di campionato, e ha scatenato il pandemonio tra i tifosi della squadra ospite, allenata dall'Udinese.

Il vantaggio di 16 punti del Napoli sulla Lazio, seconda in classifica, lascia loro un mese di riserva da qui alla fine della stagione, che consentirà ai suoi tifosi di lunga data di scrollarsi di dosso più di una generazione di frustrazione.

Spalletti ha detto che Diego Maradona stava guardando il Napoli e ha aiutato la sua vecchia squadra a vincere lo scudetto.

Maradona, morto nel 2020, è considerato da molti il ​​più grande calciatore di tutti i tempi, e ha trascorso i suoi anni di punta al Napoli, dove ha vinto due scudetti e la Coppa UEFA nel 1989.

I tifosi del Napoli festeggiano la vittoria del campionato italiano.  Grandi foto di Diego Maradona possono essere viste sui muri di un edificio vicino.
Maradona, scomparso nel 2020, vinse due scudetti e la Coppa dei Campioni nel 1989 con il Napoli. [Guglielmo Mangiapane/Reuters]

Omaggi a Maradona si possono trovare in tutta Napoli, ed è considerato un santo in una città ossessionata dal calcio, la cui squadra non ha raggiunto lo stesso livello dalla sua partenza nel 1991.

È il primo titolo di Serie A nella lunga e movimentata carriera da allenatore di Spalletti, e il carismatico toscano è quasi sopraffatto dall'emozione di non poter più essere considerato l'uomo più vicino al calcio italiano.

READ  30 migliori Scheda Madre Lga 1150 da acquistare secondo gli esperti

“Sì! “Noi siamo i campioni”, ha detto alla Reuters Television, indossando con orgoglio la maglia del club, Roberto Santonello, uno dei tifosi della squadra, mentre altri gridavano, sventolavano bandiere, accendevano torce e facevano esplodere petardi nel centro di Trieste e in Piazza Trento a Napoli.

La polizia ha vietato i fuochi d'artificio, ma questo non ha impedito che il cielo di Napoli si illuminasse una volta finita la partita contro l'Udinese. Le autorità hanno inoltre vietato la circolazione di auto e scooter dal centro cittadino nella speranza di ridurre i rischi per l'ordine pubblico.

“Aspettavo il campionato italiano da quando ero piccola”, ha detto un'adolescente con due amiche, le sue guance tinte di blu napoletano. “È una vittoria per tutta la città, è incredibile”, ha aggiunto, senza rivelare il suo nome.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply