“Non c’è niente come essere sull’acqua, è una sensazione indescrivibile.”

Sono stato molto fortunato perché i miei genitori hanno iniziato a navigare quando avevo circa otto anni su una barca per una persona chiamata Optimist, che è fondamentalmente una vasca da bagno! A volte ci voleva un po’ di corruzione per tirarmi fuori dall’acqua, ma ha funzionato perché oggi navigo ancora.

Mi sono fatto strada attraverso le flotte fino ai topper, ai laser 4.7, ai radiali e infine alle barche a chiglia, gareggiando a livello nazionale e internazionale.

Ad un certo punto, io e mia madre stavamo andando a nord con la mia cuffia e mio padre stava andando a Dunmore East con mia sorella e il suo ottimista! Sono stati alcuni anni frenetici in cui entrambi guidavamo in giro per il mondo per mio padre. Dicevamo che la vela non è un hobby, è uno stile di vita.

Sono grato ai miei genitori che mi hanno aiutato a continuare perché mi ha aperto molte porte in termini di viaggi e lavoro.

Ovunque vada nel mondo, posso andare in uno yacht club e trovare una barca su cui navigare.

La marinaia Molly Murphy sulla barca della sua famiglia

Navigo su una barca chiamata Nieulargo che è un Grand Soleil 40 di proprietà della mia famiglia. Abbiamo bisogno di circa 10 persone per navigare, ma siamo molto fortunati a iniziare sempre con quattro persone a bordo: mia mamma, Annamarie Fegan, che quest’anno è diventata il primo ammiraglio del Royal Cork Yacht Club, che con il suo numero 304 è il più antico yacht club nel mondo; Mio padre, Dennis Murphy, e mia sorella, Mia.

Mio padre si assicura che la barca sia pronta per ogni regata, il che richiede ore di preparazione. Il mio ruolo sulla barca è quello di timoniere, cioè sono io a governare la barca.

READ  Gli scienziati stanno cercando di far rivivere il mammut lanoso. Ci riusciranno?

Come navigatore, abbiamo gareggiato in due regate Fastnet, due regate Dun Laoghaire-Dingles e la Round Ireland Race, regate offshore di varia lunghezza e durata.

Stiamo concentrando la nostra campagna sui grandi eventi: quest’anno abbiamo il Tour of Ireland, una regata di 700 miglia, una regata offshore di cinque giorni e la Volvo Cork Week, dove gareggiamo nella Beaufort Cup. Oltre a questi eventi nazionali, gareggiamo anche in eventi regionali sulla costa meridionale. Usiamo la nostra barca anche per scopi di crociera e ricreativi e ci godiamo l’acqua in questo modo.

La vela è un privilegio e sono così fortunato ad avere questa abilità.

La comunità velica è piuttosto piccola, quindi tutti si conoscono e c’è un grande senso di cameratismo (e competizione).

Sono anche un membro dello staff RNLI di Crosshaven. Mi sono imbarcato sulla scialuppa di salvataggio quando avevo 17 anni e sono stato coinvolto negli ultimi sette anni. Mi piace molto fare volontariato con la scialuppa di salvataggio, è molto importante il rispetto dell’acqua e come marinaio

Mi sento più sicuro sapendo che lo straordinario staff è in attesa se qualcuno si trova in difficoltà.

Onestamente, non credo che potrei vivere in un posto senza sbocco sul mare, sembra strano, ma il mio clima preferito è tempestoso. La nostra casa a Crosshaven è proprio sull’acqua e non c’è niente come stare dentro a guardare fuori e osservare la tempesta.

Non c’è niente di meglio che stare sull’acqua, è una sensazione indescrivibile. Ho visto un sacco di cose incredibili come sciami meteorici, balene che si infrangono, delfini luminosi ricoperti di fitoplancton e onde abbastanza grandi da far sparire tutto intorno a te.

READ  I sensori di luce possono essere strumenti di spionaggio

Guarda wow! Questa settimana per di più.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply