Paolo Garbisi sa che l’Italia avrà un compito difficile contro l’Irlanda

Ci pensa il centrocampista Paolo Garbisi Italia Sono pronti per “la partita più dura del rugby mondiale” e anticipano la resa dei conti Irlanda Per essere due volte più forte di quanto puoi affrontare Inghilterra.

La nazionale italiana incontrerà domenica a Dublino la sua controparte, il campione in carica del Campionato Sei Nazioni, dopo aver iniziato la sua stagione con una sconfitta per 27-24 contro la squadra di Steve Borthwick a Roma.

L’Irlanda è la favorita per vincere in un Aviva Stadium gremito per mantenere il suo percorso verso la vittoria di due titoli consecutivi del Grande Slam dopo una vittoria schiacciante in cinque tentativi Francia.

Paolo Garbisi sa che l’Italia avrà un compito difficile contro l’Irlanda

Paolo Garbisi, con la palla, ha aiutato l’Italia a fare pressione sull’Inghilterra lo scorso fine settimana (Adam Davie/PA)

Montpellier Il tecnico Garbisi, che ammette che la sua Nazionale è stata la squadra più debole in quasi tutte le partite da quando è entrato nel torneo nel 2000, si sta preparando per la prova finale.

“Ovviamente eravamo molto orgogliosi della nostra prestazione (contro l’Inghilterra)”, ha detto all’agenzia di stampa portoghese.

“Sapevamo che non era perfetta, altrimenti probabilmente avremmo vinto questa partita, quindi ci sono tanti punti su cui migliorare e lavorare.

“Ma sappiamo che questa settimana sarà probabilmente due volte più dura. Sappiamo cosa ci aspetta e penso che siamo pronti.

“Penso che sia la partita più dura del rugby mondiale in questo momento. Giochiamo contro una delle migliori squadre in casa.

“È la prima volta che giocano in casa nel Sei Nazioni, quindi questa volta è probabilmente la cosa più difficile da fare nel rugby.”

READ  Trailer Akuma di Street Fighter 6, in uscita il 22 maggio

L’Italia non ha mai vinto una partita del Sei Nazioni sul suolo irlandese, l’unica vittoria nel torneo è arrivata nel 22-15 allo Stadio Olimpico nel 2013.

Esperti e scommettitori ritengono che la nazionale italiana, che ha avuto una prestazione deludente ai Mondiali prima che Gonzalo Quesada sostituisse Kieran Crawley come allenatore, abbia poche possibilità di cambiare questa statistica questa settimana.

“Cerchiamo di non prestare troppa attenzione a queste cose”, ha detto Garbisi.

“Penso che le persone non ci abbiano dato una possibilità per 20 anni, quindi non ci interessa davvero. Stiamo cercando di prepararci al meglio in modo da poter esibirci al meglio”.

L'argentino Gonzalo Quesada ha assunto la guida dell'Italia dopo una deludente stagione ai MondialiL'argentino Gonzalo Quesada ha assunto la guida dell'Italia dopo una deludente stagione ai Mondiali

L’argentino Gonzalo Quesada ha assunto la guida dell’Italia dopo una prestazione deludente in Coppa del Mondo (Jane Barlow/PA)

“Sappiamo che sono molto bravi in ​​tutto quello che fanno: attacco, difesa e calci, ma penso che quello che mi ha colpito di più siano i loro calci, come riescono a rallentare la palla per l’avversario – questo è qualcosa che fanno. sono davvero bravi a farlo.

“Se riusciamo a mantenere un ritmo di ripartizione veloce, potremmo riuscire a metterli nei guai”.

Garbisi affronterà il numero 10 Jack Crawley questa settimana dopo che l’ex capitano dell’Irlanda Johnny Sexton si è ritirato dopo la finale della Coppa del Mondo.

Il 23enne ritiene che la partenza dell’influente Sexton abbia lasciato un vuoto, ma crede che il 24enne Crawley abbia un “futuro molto luminoso”.

“È una grande differenza perché la leadership che Sexton è stato in grado di fornire alla sua squadra è stata straordinaria”, ha detto Garbisi.

Jack Crawley, nella foto, ha sostituito Johnny Sexton come centrocampista titolare dell'IrlandaJack Crawley, nella foto, ha sostituito Johnny Sexton come centrocampista titolare dell'Irlanda

Jack Crawley, nella foto, ha sostituito Johnny Sexton come centrocampista di prima scelta dell’Irlanda (Andrew Matthews/PA)

“Penso che fosse una squadra diversa quando giocava e quando non giocava.

READ  30 migliori Pene Realistico Morbido da acquistare secondo gli esperti

“Crawley è un ottimo numero 10 ed è molto giovane – penso che abbia più o meno la mia età – quindi penso che abbia un futuro molto brillante per portare avanti l’Irlanda”.

L’Italia ha perso il terzino Sebastian Negri e Lorenzo Canone per infortunio, mentre il terzino destro Ange Capuzzo è tornato dopo un malore.

“Speriamo che faccia una grande differenza per noi”, ha detto Garbisi di Capuzzo.

“Ma non dipende solo da lui, dipende anche da noi cercare di dargli buoni palloni per attaccare e metterlo in buoni spazi dove possa affrontare i difensori uno per uno in modo che possa usare i suoi piedi e la sua velocità”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply