Bollette telefoniche o processo “cartello”: quali opzioni restano agli utenti dopo l'aumento della bolletta? – Opinioni personali

Tutti e tre gli operatori in Serbia hanno deciso prossimamente di aumentare i prezzi per i servizi mobili. Pertanto, un gran numero di utenti con pagamento posticipato hanno ricevuto una bolletta telefonica più alta nel mese di marzo, e alcuni dovranno attendere lo stesso scenario nel prossimo periodo.

Sebbene i cittadini siano abituati ad aumentare le proprie spese di mese in mese, la difficoltà della situazione specifica contribuisce anche alla riluttanza di molti di loro a coprire spese aggiuntive improvvise.

Il primo livello del problema si riflette nel fatto che non tutti gli operatori utenti sono adeguatamente informati dei cambiamenti che avverranno, ma attraverso il sito web, scritte in piccolo sull'account precedente e molto spesso tramite SMS.

Di conseguenza, un gran numero di cittadini non hanno potuto esercitare il diritto di recedere dal contratto senza pagare la multa prevista dalla legge se lo fanno entro 30 giorni.

Il secondo esempio si riferisce al maltino Aumento simultaneo dei prezzi in Mts, Jetel e A1Ciò mette i consumatori in un circolo vizioso, dando loro solo l’illusione della scelta. In altre parole, se all'utente non piacciono i nuovi termini di pagamento di Mts, vai avanti Fiore di trifoglio Oppure A1 diventa un’opzione discutibile, perché anche i servizi di questi fornitori diventano più costosi.

Si scopre che l'unica opzione a disposizione dei cittadini per evitare l'aumento dei prezzi è quella di rescindere il contratto, passare alla carta prepagata o rimanere senza numero di telefono. Pertanto, il pubblico professionale e gli utenti si chiedono se la decisione unilaterale presa dagli operatori di telefonia mobile non sia un accordo monopolistico che inevitabilmente i consumatori pagheranno.

READ  I recenti giochi PS Plus gratuiti includono Resident Evil 3, Midnight Suns e NBA 2K24

Il fatto che, sebbene l'operatore invii quotidianamente spam tramite diversi SMS promozionali, alcune aziende non si siano degnate di informarli di persona sull'aumento dei prezzi, allo stesso modo aumenta la tensione tra gli utenti.

A peggiorare le cose, non è ancora chiaro cosa abbia causato l’improvviso cambiamento dei prezzi, dato che i contratti vengono conclusi per un periodo di tempo relativamente breve.

Cristina Bongolic; Foto: Beda Derkovich

Mentre alcuni consumatori esprimono l'insoddisfazione accumulata davanti ai dipendenti delle filiali o dei call center, un gran numero di loro fa i conti con il fatto di vivere in un paese in cui sono abbandonati a se stessi.

Mentre comunicano con il resto del mondo tramite telefono, ne rimangono ancora una volta isolati, da confini non definiti dalla legge, ma spesso dalla sua negligenza.

Non fa male ricordare che aumentare la bolletta di 200-300 dinari è una spesa miserabile per una persona, come non prendere il resto in un negozio, ma per un'altra persona questa cifra significa la spesa più necessaria per un giorno.

Sorge quindi la domanda in che misura le multinazionali e le istituzioni (non commerciali) controllano la vita quotidiana delle persone che le finanziano ogni giorno, e sotto la cui benedizione il divario tra ricchi e poveri si approfondisce.

Le opinioni degli autori nella sezione dialoghi non riflettono necessariamente la politica editoriale di Danas.

Seguici sul nostro Facebook e Instagram Pagina, ma anche su Twitter richiedere. partecipazione a Edizione PDF del quotidiano Danas.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply