Come si formano i nuovi pianeti nell’universo? Il telescopio James Webb rivela questo profondo mistero dello spazio

Ufficio delle notizie scientifiche – Un team di scienziati internazionali ha fatto un’importante scoperta riguardante la formazione di nuove stelle nell’universo. Ecco perché ha ricevuto aiuto dal James Webb Space Telescope (JWST) della NASA. Gli scienziati dell’Università di Groningen nei Paesi Bassi hanno osservato un disco pieno di gas e polvere attorno a una giovane stella. La massa di questa giovane stella è molto bassa. Gli scienziati hanno trovato lì molecole di carbonio in quantità così grandi che non sono state ancora viste in nessun disco del genere. Queste molecole avranno un impatto importante sulla probabile composizione di eventuali pianeti che si formeranno attorno alla stella. È più probabile che i pianeti rocciosi si formino attorno a stelle di massa inferiore che attorno a giganti gassosi. Tali pianeti sono più comuni attorno alla maggior parte delle stelle della nostra galassia. Tuttavia, non sappiamo molto della composizione chimica di questi pianeti. Forse la chimica lì è come quella terrestre, forse no.

Gli scienziati vogliono comprendere il processo di formazione dei pianeti
Con l’aiuto del telescopio spaziale James Webb, gli scienziati stanno osservando i dischi da cui si formano questi pianeti. Ciò li aiuterà a comprendere meglio il processo di formazione e struttura planetaria. I dischi che formano pianeti attorno a stelle di massa molto piccola sono molto difficili da studiare. Le sue dimensioni sono molto piccole e anche la sua luminosità è molto inferiore rispetto alle stelle più grandi. Il telescopio James Webb è più sensibile e spettralmente risolto rispetto ai precedenti telescopi spaziali a infrarossi. I dischi che circondano queste stelle di piccola massa possono essere studiati utilizzando il telescopio spaziale James Webb. Queste stelle non possono essere osservate dalla Terra, perché la nostra atmosfera impedisce l’emissione del disco.

READ  "Tutto vuole anche essere rubato": un uomo avverte i singaporiani dopo aver rotto il finestrino di un'auto al JB Ramadan Bazaar, Singapore News

Ci sarà carenza di carbonio nei pianeti che si stanno formando!
Nel loro studio, gli scienziati si sono concentrati su una stella chiamata ISO-ChaI 147. È una stella che ha 10-20 mila anni e la sua massa è solo 0,11 volte la massa del nostro sole. Il telescopio James Webb ha rivelato la composizione chimica degli idrocarburi più ricca mai osservata nel suo disco. Nel disco di questa stella sono state identificate 13 diverse molecole contenenti carbonio. Secondo lo studio, queste molecole sono già state trovate nel nostro sistema solare. La nuova scoperta mostra che c’è così tanto carbonio nel gas del disco che ne rimarrà così poco nei materiali solidi da cui si formeranno i pianeti. Ciò significa che i pianeti che si formano attorno a questa stella mancheranno di carbonio come la Terra.

Condividi questa storia

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply