I paleontologi affermano che il misterioso talattosauro del Triassico era in grado di muoversi sulla terra

Pachystropheus reticus – uno degli ultimi talattosauri, una grande lucertola marina che si comportava come una lontra – era capace di locomozione sulla terra, ma era probabilmente un predatore principalmente marino con una nicchia ecologica distinta dai rettili marini contemporanei (placodonti, ittiosauri) e dai pesci carnivori. (Squali ibridodonti, Actinopterigi).

Ripristinare la vita Thalatosauro Alexandrai. Credito immagine: Nobuo Tamura, http://spinops.blogspot.ca.

Pachystropheus reticus È un tipo di talattosauro trovato nei sedimenti del tardo Triassico in Gran Bretagna e nell’Europa continentale.

Sebbene siano conosciuti da molto tempo, questi antichi rettili rimangono un mistero.

Per anni è stato così Presumibilmente Pachystropheus reticus È stato uno dei primi comun altro gruppo di rettili marini simili a coccodrilli.

In un nuovo studio, il paleontologo dell’Università di Bristol Jacob Quinn e i suoi colleghi hanno esaminato l’esemplare originale che portava il nome L Pachystropheus reticus Dal 1935.

Lo hanno confrontato con un nuovo fantastico campione di Pachistrofeonoto come Annie, contiene centinaia di ossa di diversi individui.

“I talatosauri erano presenti in tutto il Triassico. Alcuni raggiungevano i 4 metri di lunghezza e sarebbero stati il ​​terrore dei mari”, ha detto Quinn.

“Ma noi abbiamo Pachystropheus reticus Era lungo solo 1 metro (3,3 piedi), metà del quale era la sua lunga coda.

Ha aggiunto: “Aveva anche un collo lungo, una piccola testa delle dimensioni di una scatola di fiammiferi, che non abbiamo trovato, e quattro pagaie”.

“Se fosse come i suoi parenti, avrebbe tanti denti piccoli e affilati, perfetti per afferrare pesci e altre piccole prede che si dimenano.”

“in precedenza Pachystropheus reticus “È stato riconosciuto come il primo dei choristoderes, un altro gruppo di rettili marini simili a coccodrilli, ed è stato considerato molto importante perché era il più antico”, ha detto Mike Benton, professore all’Università di Bristol.

READ  30 migliori Stampe Su Tela da acquistare secondo gli esperti

“Jacob è stato in grado di dimostrare che alcune ossa provenivano effettivamente da pesci, mentre altre ossa appartenevano effettivamente a pesci Pachystropheus reticus Ha dimostrato che in realtà si trattava di un piccolo talattosauro.

“Quindi, dall’essere il primo dei Cristosauri, ora è stato identificato come l’ultimo dei talattosauri”.

Pachystropheus reticus Il dottor David Whiteside ha dichiarato: “Probabilmente viveva la vita di una lontra moderna, mangiando piccoli pesci o invertebrati come i gamberi”.

“Questi sottili rettili avevano colli lunghi, code piatte per nuotare e arti anteriori straordinariamente potenti per un animale marino, suggerendo Pachystropheus reticus Potrebbero essere venuti sulla terra per nutrirsi o per evitare i predatori.

“A quel tempo, l’area di Bristol, e la maggior parte dell’Europa, erano mari poco profondi, e questi animali probabilmente vivevano in una grande colonia nelle acque calde e poco profonde che circondavano l’arcipelago dell’isola.”

IL risultati appare in Giornale di paleontologia dei vertebrati.

_____

Jacob J. Quinn et al. Relazioni e paleoecologia Pachystropheus reticusil più recente degli enigmatici rettili marini del Triassico (Diapsida: Thalattosauria). Giornale di paleontologia dei vertebrati, pubblicato online il 4 giugno 2024; doi: 10.1080/02724634.2024.2350408

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply