Il trapianto sta premendo la pianta (foto)

Non importa quanto bene le tue piante crescano in vaso, di tanto in tanto hanno bisogno di essere rinvasate. Il momento per questo passaggio è quando le piante avvertono di pericolo ed è una buona idea sapere quando hanno bisogno di nuovi vasi e terreno. Alcune piccole cose lo testimoniano.

Il primo segno che le tue piante in vaso hanno bisogno di un po' più di attenzione è il fatto che il terreno si sta asciugando più velocemente di prima. L'irrigazione corretta delle piante in vaso è importante per la loro crescita rigogliosa, poiché ogni pianta necessita di una propria routine. Sia che prima doveste annaffiarlo una volta a settimana oppure ogni due settimane era sufficiente, se notate che il terreno si è asciugato prima del momento di dare un'altra dose d'acqua, significa che il substrato è usurato e necessita di essere sostituito e allo stesso tempo è aumentato. Uno dei segnali più evidenti della necessità di trapiantare le piante in vaso sono le radici che crescono attraverso i fori di drenaggio presenti sul fondo del vaso: sono diventate molto piccole.

Di tanto in tanto, puoi estrarre con cura la pianta dal vaso e se vedi che le radici al suo interno sono ben premute e il terreno non è praticamente visibile, non ritardare il trapianto. A causa della mancanza di spazio o del terreno povero, la crescita delle piante può arrestarsi nonostante la fertilizzazione e l'irrigazione regolari e le foglie perdono la fermezza e il colore sano, il che è un altro chiaro segno che è ora di trapiantare.

READ  30 migliori Pastiglie Multifunzione Piscina da acquistare secondo gli esperti

Il nuovo vaso dovrebbe essere più grande, ma non troppo grande. Foto: Bogdan Kurylo/Getty Images

È necessario garantire che la scarsa crescita sia effettivamente il risultato delle piccole dimensioni del vaso e non il riflesso di malattie, lesioni, luce insufficiente o fertilizzante insufficiente. Solo le piante sane rispondono bene al trapianto, e anche per loro è stressante, mentre le piante malate e danneggiate possono fallire.

Paese reale

Procurati vasi di dimensioni adeguate con fori di drenaggio. Se non ce n'è abbastanza, forare ulteriormente. Il diametro dei nuovi vasi dovrebbe essere da 2 a 3 cm più grande di quelli vecchi. Troppo grande non fornirà il risultato corretto. Si consiglia di scegliere vasi nuovi per evitare possibili infezioni.Se pianterete in vasi già utilizzati, lavateli bene e disinfettateli se necessario.

Ottieni la giusta miscela di terreno. La tipologia universale è adatta a tutti, ma alcune piante in vaso sono più esigenti, come i cactus, le piante grasse e le orchidee.

Toglietelo con attenzione dalla ciotola.  Foto: Getty Images

Toglietelo con attenzione dalla ciotola. Foto: Getty Images

Rimuovi con attenzione la pianta dal vecchio vaso. Sii paziente per non far loro del male. Se coltivato in vasi di terracotta, al loro interno possono crescere le radici. In questo caso, premere leggermente la ciotola contro la base in modo che si stacchi dal muro. Ispeziona le radici e rimuovi quelle danneggiate. Se sono ben attaccate allentatele un po', in questo modo la pianta crescerà più facilmente.

Inumidire leggermente il nuovo terreno e mescolare bene. Ciò distribuirà l'umidità in modo uniforme. Metti delle pietre drenanti sul fondo del vaso, versaci sopra un po' di substrato e posizionaci sopra la pianta. Dovrebbero esserci almeno due centimetri tra le radici e il vaso. Tieni il vaso e coprilo con terra su tutti i lati. Dovrebbe esserci almeno un centimetro e mezzo tra lo strato superiore e il bordo del vaso, il che faciliterà l'irrigazione. Premi delicatamente il terreno dall'alto verso il basso e livella il vaso. Innaffialo ancora un po' e rimettilo al suo vecchio posto. La concimazione non sarà necessaria per almeno sei settimane, in quanto i substrati sono generalmente arricchiti con sostanze di cui le piante hanno bisogno per una buona crescita.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply