La Dark Energy Camera cattura un'immagine Gigapixel del resto della supernova Philae

Gli astronomi usano i potenti Telecamera per l'energia oscura (DECam) sul telescopio Víctor M. Blanco da 4 m presso l'Osservatorio interamericano di Cerro Tololo, un programma del NOIRLab della NSF, ha costruito un telescopio Immagine enorme da 1,3 gigapixel Un residuo della supernova Vela, i resti di una stella massiccia esplosa circa 11.000 anni fa nella costellazione della Vela.

Questa immagine DECam mostra il resto della supernova Vela, i resti di un'esplosione di supernova situata a 800 anni luce di distanza nella costellazione meridionale della Vela. Credito immagine: CTIO / NOIRLab / DOE / NSF / AURA / Rettore TA, Università dell'Alaska Anchorage e NOIRLab di NSF / M. Zamani e D. de Martin, NOIRLab di NSF.

IL Resto di supernova VelaVela SNR, in breve, è uno dei resti di supernova più studiati nel cielo e uno dei più vicini alla Terra.

La sua stella madre esplose tra 11.000 e 12.300 anni fa nella costellazione meridionale della Vela.

L'associazione tra questo resto di supernova e la pulsar Velea, fatta dagli astronomi australiani nel 1968, era una prova osservativa diretta che le supernovae formano stelle di neutroni.

“Quando la stella esplose 11.000 anni fa, i suoi strati esterni furono violentemente strappati via e gettati nell'area circostante, creando un'onda d'urto che è ancora visibile oggi”, hanno detto gli astronomi in un comunicato.

“Mentre l’onda d’urto si espande nella regione circostante, il gas caldo ed energizzato vola via dal punto di detonazione, si comprime e interagisce con il mezzo interstellare per produrre i filamenti filamentosi blu e gialli visti nell’immagine”.

“Villa SNR è una struttura enorme, che si estende per quasi 100 anni luce e si estende fino a venti volte il diametro della luna piena nel cielo notturno.”

READ  30 migliori Cuscini Testata Letto da acquistare secondo gli esperti

“Nonostante la drammaticità degli ultimi momenti della star, non è stato completamente cancellato dall'esistenza.”

“Dopo aver perso gli strati esterni, il nucleo della stella è collassato in una stella di neutroni, una palla ultra densa di protoni ed elettroni che si sono scontrati insieme per formare neutroni”.

“La stella di neutroni, chiamata pulsar Vela, è ora un oggetto estremamente denso con la massa di una stella come il Sole, contenuto in una sfera di soli pochi chilometri di diametro”.

“Nella regione in basso a sinistra di questa immagine si trova la pulsar Vela, una stella relativamente debole che è indistinguibile da migliaia di sue vicine celesti”.

La nuova immagine Vela SNR è la più grande immagine DECam mai rilasciata al pubblico, contenente l'incredibile cifra di 1,3 gigapixel.

“I sorprendenti colori rosso, giallo e blu in questa immagine sono stati ottenuti attraverso l'uso di tre filtri DECam che raccolgono ciascuno un colore specifico di luce”, hanno detto i ricercatori.

“Immagini separate sono state scattate in ciascun filtro e poi impilate una sopra l'altra per produrre questa immagine a colori ad alta risoluzione che mostra i complessi fili simili a ragnatele che si snodano attraverso la nube di gas in espansione.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply