Notizie, proteste nei campus e altro ancora

I giovani si riuniscono in una zona elevata ad Al-Zahraa, nel centro di Gaza, il 23 aprile 2024 (Foto/AFP tramite Getty Images)

Una spedizione di aiuti alimentari disperatamente necessari ha lasciato Cipro sabato per Gaza, settimane dopo che gli sforzi umanitari nell’enclave assediata sono stati gravemente interrotti a seguito di un mortale attacco aereo israeliano che ha ucciso sette lavoratori della World Central Kitchen (WCK).

L'uccisione di operatori umanitari, sei dei quali stranieri, ha scatenato uno scandalo internazionale contro Israele, che ha rivendicato la responsabilità delle morti. L’incidente ha anche indotto almeno tre fornitori di aiuti a sospendere le loro operazioni a Gaza, tra cui WCK, che è stata determinante nell’interessante nuova rotta marittima da Cipro.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno ora collaborato con un’agenzia di soccorso per inviare aiuti cruciali a Gaza attraverso il porto israeliano di Ashdod. Un funzionario degli Emirati ha detto alla CNN che la nave carica di aiuti alimentari vitali è partita sabato grazie a una partnership con American Near East Refugee Aid (ANERA).

La nave, denominata “Jennifer”, ha lasciato il porto di Larnaca a Cipro alle 9:00 ora locale (2:00 ET) e impiegherà dalle 25 alle 30 ore per raggiungere il porto israeliano di Ashdod, secondo il leader della squadra di emergenza di Anera in Occidente Banca, Muhannad Etiam.

Ettayam ha detto alla CNN che 400 tonnellate di aiuti passeranno attraverso il nulla osta di sicurezza israeliano all'arrivo. Da lì verranno caricati su camion che poi si dirigeranno a sud fino al valico di frontiera di Kerem Shalom prima di entrare a Gaza.

Il funzionario degli Emirati ha affermato che il suo Paese, in collaborazione con Anera, “mira a fornire aiuti vitali alla popolazione di Gaza” e che la prima opportunità di lasciare il valico di Kerem Shalom sarà probabilmente mercoledì mattina.

READ  30 migliori Guanto Tavoletta Grafica da acquistare secondo gli esperti

Anera preferisce utilizzare il valico di Erez per entrare a Gaza, ma non è pronta a ricevere camion di aiuti, ha detto Ettayam alla CNN, aggiungendo che l'agenzia di soccorso spera che venga aperto entro una settimana o 10 giorni.

Una volta che gli aiuti entreranno a Gaza, Eitam ha detto che le sue squadre sul campo, che sono “supportate dai membri della comunità e controllate da ANERA”, distribuiranno fisicamente gli aiuti, aggiungendo che l’organizzazione si sta coordinando con le attività del governo israeliano nei territori. (Coordinamento delle attività governative).

Il piano è di consegnare la maggior parte degli aiuti alimentari nel nord di Gaza, ma Etiam ha detto che, a seconda della situazione di sicurezza, Anera potrebbe prendere in considerazione l'invio di una spedizione anche nel sud.

Il funzionario degli Emirati ha dichiarato alla CNN: “Attualmente, gli Emirati Arabi Uniti hanno consegnato più di 31.000 tonnellate di forniture urgenti, inclusi cibo, aiuti e materiali medici, inviati tramite 249 voli, 38 lanci aerei, 1.160 camion e tre navi”. Aggiungendo che continuerà a esplorare “tutti i modi” per massimizzare la fornitura di aiuti all’enclave.

Porto di Ashdod, 5 aprile 2024, dopo che il governo israeliano ha approvato l'uso temporaneo del porto per inviare aiuti a Gaza. (Hannah McKay/Reuters)

La notizia della partenza della nave è arrivata poche ore dopo che la Royal Navy aveva annunciato che la sua nave appoggio, RFA Cardigan Bay, era salpata da Cipro per sostenere gli sforzi internazionali per costruire un molo temporaneo al largo della costa di Gaza.

Il Pentagono ha annunciato giovedì che gli Stati Uniti hanno già iniziato la costruzione del molo, che mira a contribuire a fornire aiuti umanitari a Gaza.

READ  30 migliori Strisce Led Rgb da acquistare secondo gli esperti

La nave britannica “fornirà alloggio a centinaia di marinai e soldati americani che lavorano alla costruzione del molo”, secondo una dichiarazione della Royal Navy.

Il segretario alla Difesa britannico Grant Shapps ha dichiarato: “È essenziale creare più rotte per fornire aiuti umanitari vitali alla popolazione di Gaza”, aggiungendo che l’equipaggio della nave britannica “svolge un ruolo cruciale nel contributo del Regno Unito al piano significativamente ampliato”. Gli aiuti arrivano a Gaza.

La dichiarazione prosegue affermando che le forze britanniche stanno lavorando con squadre americane negli Stati Uniti, così come a Cipro, per “sviluppare congiuntamente la rotta marittima più sicura ed efficace”.

Un alto funzionario militare americano ha confermato giovedì che sono già in viaggio per “iniziare a consegnare aiuti umanitari a Gaza dal mare all'inizio di maggio”.

A Gaza gli aiuti arrivano lentamente, ma le agenzie umanitarie affermano che sono insufficienti per fornire un aiuto adeguato ai palestinesi.

“La gente ha bisogno di aiuti alimentari ogni giorno e possiamo ricevere camion ogni giorno, ma non è sufficiente”, ha detto in precedenza Matthew Hollingsworth, del Programma alimentare mondiale.

I 2,2 milioni di abitanti di Gaza non hanno cibo a sufficienza e si prevede che metà della popolazione sull’orlo della carestia arriverà nel nord “in qualsiasi momento tra metà marzo e maggio”, secondo l’Integrated Food Safety Phase Classification (IPC). ).

Nadine Ibrahim, Jeremy Diamond, Eugenia Youssef, Alex Marquardt e Mustafa Salem della CNN hanno contribuito al reportage.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply