Una causa inaspettata del cambiamento climatico è stata scoperta sulla Terra

Sappiamo molto bene come la Luna con la sua gravità solleva leggermente l'oceano mondiale e, di conseguenza, mentre la Terra ruota attorno al suo asse, ogni giorno si verifica prima una marea crescente in una o nell'altra parte di essa, e poi una subsidenza. Questo è uno degli esempi più chiari e comprensibili del nostro rapporto con lo spazio. Ma si scopre che l'idrosfera terrestre e, in generale, l'intera macchina climatica del nostro pianeta sono sensibili non solo all'influenza del satellite naturale della Terra, ma in generale, in un modo o nell'altro, a tutto ciò che accade nel sole sistema.

Recentemente i geologi hanno deciso di esaminare la questione di come reagirà l'oceano ai cambiamenti climatici e sono giunti a conclusioni piuttosto sorprendenti, scrive. Life.ru. Hanno studiato campioni di sedimenti estratti da quasi trecento pozzi perforati sul fondo dell’oceano in tutto il mondo. Di conseguenza, è stato possibile ricostruire gli eventi accaduti nell’Oceano Mondiale negli ultimi circa 70 milioni di anni. Cosa è stato scoperto: Gli stessi cambiamenti possono essere rintracciati in questi sedimenti, che si ripetono come un orologio ogni 2,4 milioni di anni. Che cos'è: qualcosa lava via regolarmente alcune rocce sedimentarie. Ciò significa che la pace delle profondità oceaniche viene regolarmente violata da alcune correnti molto forti. Gli scienziati ritengono che la miscelazione delle masse d'acqua nell'oceano aumenti periodicamente e finché non appare un vortice completo, che affonda sul fondo. Questa è una chiara manifestazione del cambiamento climatico, un raffreddamento dopo un periodo notevolmente più caldo. Quando hanno iniziato a capire le possibili cause di questi cambiamenti, hanno scoperto qualcosa di inaspettato: ciò sembra essere dovuto all'interazione gravitazionale tra la Terra e Marte.

READ  30 migliori Cover Tablet 10 Pollici Universale da acquistare secondo gli esperti

Il fatto è che l'intera situazione attuale nel sistema solare ci sembra immutata e stabile, ma in realtà, su grandi scale temporali, a causa dell'influenza reciproca dei corpi celesti, qualcosa cambia costantemente. Ad esempio, la forma ellittica dell'orbita piuttosto allungata di Mercurio si muove ad ogni nuova rivoluzione attorno al Sole leggermente in senso antiorario in questo modo. Questo spostamento completa un ciclo completo in 260mila anni.

Un diagramma dello spostamento orbitale di Mercurio, visto dal polo nord dell'eclittica

L'orbita di Marte è molto meno allungata, mentre quella della Terra è quasi circolare, ma non è ancora del tutto perfetta, cioè anche le forme in entrambi i casi sono ellissi. Queste ellissi non sono orientate sempre nello stesso modo, ma cambiano anche. Pertanto, hanno detto i ricercatori, ogni 2,4 milioni di anni, le orbite della Terra e di Marte si allineano l'una rispetto all'altra in modo tale da creare quella che viene chiamata risonanza gravitazionale: la loro influenza reciproca si intensifica. L'influenza di Marte sulla Terra in questo momento è tale che il Pianeta Rosso con la sua gravità regola ed espande l'orbita terrestre. Di conseguenza, il punto di massimo avvicinamento del nostro pianeta al Sole (perielio) viene spostato verso la stella. In poche parole, la Terra inizia a volare più vicino. Naturalmente, ciò influisce sul clima. Quindi la posizione relativa delle orbite della Terra e di Marte cambia di nuovo e la situazione ritorna alla normalità. E così via all'infinito. Ma a prima vista è difficile immaginare che i geologi e persino gli scienziati del clima abbiano bisogno della conoscenza dell’astronomia. Ora non sembra più astratto e lontano dalla nostra quotidianità.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply