Agenzia di previsione Xinhua: Nel Corno d'Africa sono previste forti piogge fino a luglio

Una foto scattata il 25 aprile 2024 mostra gli autobus sommersi dalle acque alluvionali a Dar es Salaam, in Tanzania. (Xinhua/Emmanuel Hermann)

Un certo numero di paesi nel Corno d’Africa vedranno condizioni più umide del normale tra maggio e luglio, ha detto venerdì il Centro per la previsione e le applicazioni climatiche (ICPAC) dell’Autorità intergovernativa per lo sviluppo (IGAD), un blocco regionale.

NAIROBI, 27 aprile (Xinhua) — Secondo il Centro di previsione e applicazioni climatiche (ICPAC) dell'Autorità intergovernativa per lo sviluppo (IGAD), un centro regionale per la previsione e le applicazioni climatiche (ICPAC), diversi paesi del Corno d'Africa registreranno condizioni di umidità più elevate del normale tra maggio e luglio. organizzazione. Il blocco ha detto venerdì.

Si prevede che le condizioni saranno più umide nella maggior parte dei settori settentrionali della regione, ha affermato il Centro internazionale per l’analisi climatica nelle sue ultime previsioni.

“Ciò avviene in particolare nella maggior parte del Sudan, Sud Sudan, Etiopia, Eritrea, Gibuti, Somalia, Uganda e Kenya occidentale e costiero”, ha affermato il CICR.

La regione è attualmente interessata da piogge insolitamente abbondanti, che causano inondazioni che hanno portato morte e distruzione.

Un uomo si sostiene con un bastone nell'acqua alluvionale a Beardil, nella Somalia sudoccidentale, il 21 novembre 2023. (Foto di Abdi/Xinhua)

In Kenya, secondo la Croce Rossa del Kenya, le inondazioni hanno ucciso più di 50 persone e migliaia di sfollate. Nella vicina Tanzania, le autorità hanno stimato il numero di 155 morti e oltre 200.000 sfollati.

Anche se la maggior parte del Corno d’Africa riceve piogge a maggio e luglio, si prevedono condizioni più secche del normale nella Somalia meridionale, nell’Etiopia occidentale, nel Sudan occidentale e nell’Uganda centrale.

READ  Attacco di Pasqua: Gotabaya nega le accuse

“In tutta la regione sono state rilevate temperature più calde del normale”, ha affermato l’ICPAC.

Secondo l’agenzia, Sudan, Eritrea, Etiopia, Somalia, Kenya orientale e Tanzania costiera registreranno le temperature più alte durante questo periodo.

Il Corno d’Africa sta vivendo eventi meteorologici avversi, con siccità e forti piogge che si verificano in rapida successione mentre il cambiamento climatico peggiora.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply