Su invito di Navalgna si sono formate code davanti ai seggi elettorali e si sono formate code anche a Belgrado

I critici di Vladimir Putin e del suo regime al Cremlino hanno chiesto proteste di massa ai seggi elettorali russi domenica, giorno conclusivo delle elezioni presidenziali, che, secondo le stime precedenti, daranno al presidente in carica un quinto mandato.

Lo riferisce l'Agenzia statale russa TASSAIl tasso di partecipazione alle elezioni è superiore al 65%.

Tuttavia, dice BBCLe lunghe file davanti ai seggi elettorali non sono solo un riflesso dell'interesse dei cittadini, ma anche un modo per esprimere la loro rivoluzione.

Qualche giorno fa Yulia Navalnay, vedova del leader dell’opposizione russa Alexei Navalny, ha indetto una protesta elettorale contro il presidente Vladimir Putin.

La protesta “Mezzogiorno contro Putin” mira a convincere le persone a formare lunghe file ai seggi elettorali questo pomeriggio. L'idea in questione è stata presentata da Navalny due settimane prima della sua morte.

Sebbene le proteste siano consentite dalla Costituzione, sono considerate un'attività pericolosa in Russia, ma Navalnaya afferma che presentarsi alle urne nello stesso momento è una “misura molto semplice e sicura” che le autorità non possono vietare e che consentirebbe allo stesso modo persone con una mentalità “”Per vedere che sono tanti e che sono forti.”

Tanyug/AP Photo/Alexander Zemljanichenko

Le persone possono quindi votare per qualsiasi candidato tranne Putin, contrassegnare una scheda non valida o scrivere “Navalny” in maiuscolo, ha aggiunto.

Guardando le foto, in molti hanno risposto a questo appello, scrive la BBC.

READ  30 migliori Mobile Basso Soggiorno da acquistare secondo gli esperti

Ricordiamo che i tre giorni di votazione sono stati già complicati dai bombardamenti ucraini e da una serie di incursioni in territorio russo da parte di gruppi sovversivi anti-Putin.

Foto Tanjug/AP

Domenica mattina presto, un attacco di droni ha provocato un incendio in una raffineria a Slavyansk, nella regione meridionale di Krasnodar, in Russia, dove i funzionari hanno detto che una persona è morta per un attacco di cuore, mentre due persone sono morte dopo un attacco di droni nella città russa di Belgorod sabato.

Domenica mattina, il ministero della Difesa russo ha annunciato 35 attacchi di droni ucraini, di cui quattro nella regione di Mosca e due nelle vicine regioni di Kaluga e Yaroslavl.

Nei giorni scorsi, mentre i russi votavano, alcuni cittadini hanno espresso la loro insoddisfazione versando vernice nelle urne o dando fuoco al seggio elettorale.

Votazioni anche a Belgrado

L'Assemblea democratica russa della Serbia ha invitato tutti i membri della diaspora dell'opposizione russa in Serbia a presentarsi ai seggi elettorali a mezzogiorno, in modo che tutti possano conoscere il loro numero reale.

Anche a Belgrado viene organizzata la campagna “Mezzogiorno contro Putin”.

Strahinja Imović/Tanjug

Come ha detto Sasha Seregina al corrispondente di N1, le aspettative dei russi sono state gravemente deluse.

“A ogni candidato anche lontanamente reale è stato impedito di raggiungere le elezioni, come Boris Nadezhdin. E con l'invasione su larga scala, quel regime ha confermato la sua vera natura. Il 2014 è stato un punto di svolta che ha rimosso l'illusione che qualcosa sarebbe stato diverso e ha dichiarato questa guerra ,” lei disse.

Strahinja Imović/Tanjug

Quando le è stato chiesto se la Serbia avesse iniziato ad assomigliare alla Russia nel 2014, ha detto che glielo ricordava.

READ  Ecco come dovrebbe apparire il top Huawei P70. Su Internet circola la prima foto - SMARTmania.cz

“La società è profondamente divisa su tutte le questioni importanti e, con l'esplosione del nazionalismo, tutto mi ricorda la Russia. È difficile per me guardare, perché sto osservando ciò che sta accadendo in un paese per la seconda volta”, ha detto l'attivista. , che vive in Serbia da anni.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply